Barriera Corallina in Italia

Ebbene sì, anche in Italia c’è una barriera corallina, e per la precisione nella nostra amata Puglia!
É da un po’ di tempo che, grazie alle bellissime spiagge presenti nella nostra Regione, si parla di “Maldive d’Italia” e “Caraibi del Salento“, e la scoperta della Barriera Corallina sui fondali del nostro mare rafforza questo parallelismo con alcuni dei paesaggi e delle località di mare più belle al mondo.

Barriera Corallina in Italia, la scoperta in Puglia

La scoperta della Barriera Corallina in Italia si può dire che sia tutta pugliese; non solo infatti pare che tale barriera si estenda a circa 2,5 km dalla costa di Monopoli, ma a scoprirlo sono stati i ricercatori del dipartimento di Biologia dell’Università di Bari, guidati dal direttore, Giuseppe Corriero, biologo marino ed ex guida naturalistica alle Maldive, coadiuvati anche da studiosi dell’Università del Salento.

A fronte della mappatura dei fondali sembrerebbe che la barriera di coralli si estenda soltanto per 2,5 km a circa 40-55m di profondità, ma è plausibile credere che questa possa ricoprire un’area molto più vasta di circa 200 km, da Bari a Otranto.Da sempre, tra l’altro, molti pescatori che gravitano nell’area marina tra Cerano, Casalabate, Torre Chianca e San Cataldo, in provincia di Lecce, ritrovano nelle proprie attrezzature da pesca si coralli vivi e spugne, simili a quelle che si trovano nei fondali di Caraibi e Maldive.

Barriera Corallina in Italia, la prima nel Mediterraneo

La scoperta casuale di questa barriera, è un caso unico nelle coste italiane ma non si esclude la possibilità di procedere a una mappatura più accurata dei fondali dei nostri mari alla ricerca di altre barriere coralline.

Come infatti ha sottolineato lo stesso Corriero, è solo grazie all’impiego di nuove e particolari tecnologie che tale scoperta è stata possibile.
Queste parole del Direttore del Dipartimento di Biologia, lasciano intendere che sfruttando al meglio tali strumenti sarà possibile fare nuove straordinarie scoperte di questo tipo.

Che dire, adesso non ci resta che aspettare i mesi estivi per tuffarci nelle acque cristalline del nostro mare e ammirare la recentissima scoperta!

 

Ti può interessare anche…

I 10 benefici del mare: ecco perchè il mare fa bene

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.