Gente di Puglia: intervista a Valentina Perrone

Ancora una volta, su Apuliantouch, torniamo a parlarvi di giovani talenti pugliesi. Di meravigliose e creative
menti alle quali questa Terra ha dato i natali e che, ora più che mai, deve allevare con cura e dedizione per non far andare via. Sono sempre più i giovani che da questo Sud prendono il volo, ma sono tanti anche quelli che restano e la nutrono. Giorno dopo giorno, facendo di questa loro Terra il luogo privilegiato dove dar vita a quei lontani sogni di bambini.

Parlaci di te, di chi sei e di quello che fai

Sono Valentina Perrone, vivo e lavoro in Salento, e da sempre mi reputo profondamente innamorata di quei luoghi che custodiscono le mie radici, da cui ho scelto di non separarmi.
Sin da quando ero piccola ho sempre amato scrivere. Sin da quando il foglio bianco pareva immenso accanto alle mie mani piccole. Come ogni passione che si rispetti, ho continuato a praticarla negli anni, senza mai invertire la rotta e dubitare, anche solo per un istante, della forza di quell’amore. Oggi la scrittura è parte integrante e imprescindibile della mia vita. Sono giornalista pubblicista, collaboro con
Nuovo Quotidiano di Puglia, e da qualche anno ho posato il mio inchiostro anche sulle pagine dei libri.
Lavoro inoltre come impiegata e nel tempo che mi resta (molto poco rispetto a quello che vorrei) porto avanti i progetti della Pro Loco del mio paese. Vorrei fare molto altro, come passare più tempo con il mio cane e leggere di più, ma si sa, bisogna fare compromessi quando si sta al mondo, pure sulle cose belle.

(c) Valentina Perrone
(c) Valentina Perrone

Raccontaci di quello che scrivi, di cosa provi mentre lo fai, di come nascono i tuoi testi.

Amo sorprendermi del mondo, delle sue cose piccole straordinariamente in grado di scandire la vita. Mi piace metterle su carta, tirarne fuori la bellezza che tanto spesso ci sfugge, sempre troppo presi dal meravigliarci delle cose immense, in grado di piazzarsi con facilità lungo la nostra strada. Mi piace dar voce a cose di cui spesso non ci si accorge, eppure così determinanti e imprescindibili nel costruire i giorni.
Adoro raccontare la semplicità dei gesti quotidiani, che da soli bastano, spesso, per dare alla vita stessa un senso e anche molto di più. Attorno a quei gesti bellissimi disegno vite che parlano d’amore, narrandolo in tutte le sue forme.
Parlaci del tuo rapporto con la scrittura, di questa tua passione e di cosa essa rappresenti per te.
Scrivere è un’urgenza interiore, uno dei modi migliori per dare voce all’anima. È una forma d’arte sublime, tanto silenziosa quanto dirompente, che plasma le emozioni, di chi scrive e di chi, leggendo, apre il suo cuore per accoglierle. È l’anima di chi scrive che si apre al mondo e incontra occhi e cuori nuovi, per nutrire e nutrirsi a sua volta, in un circolo virtuoso e bellissimo solo chi ama l’inchiostro può veramente comprendere. Mi cibo del rapporto con i lettori, un legame bellissimo che quando nasce genera emozioni
immense. Scoprire di arrivare al cuore di chi legge è la conquista più grande, la più bella. Grazie ai miei libri ho ricevuto numerosi riconoscimenti e ho conosciuto centinaia di persone, alcune ho avuto la fortuna di incontrarle di persona, altre, non meno preziose, mi sono vicine grazie al mondo virtuale. Sono frammenti
di vita che diventano ossigeno, che alimentano la voglia di scrivere e di non smettere mai.

Raccontaci della tua Puglia, del legame che mantieni forte e attivo con essa

Amo profondamente la mia terra e non ne faccio mai mistero. Il Salento e la Puglia sono terre fantastiche, fonte d’ispirazione per chiunque senta il bisogno di fare della creatività una parte importante di sé. Con la mia scrittura provo a raccontarne la bellezza, con gli occhi sinceri di chi in quelle terre vede salde le sue radici e a cui affida i ricordi migliori, a cominciare dei ricordi dell’infanzia, memorie preziosissime che mai cederanno all’oblio. Per la Puglia e per il mio amato sud avrò sempre occhi lucidi, di commozione e amore,
ma anche di tristezza e amarezza, per le cose che potrebbero essere luce e che invece ancora non lo sono, con l’auspicio che attraverso l’impegno di tutti, me compresa, possano presto brillare.

Parlaci della Valentina di oggi e di quella che vorrebbe diventare un domani

Oggi rincorro i miei sogni, guai a non farlo. Mi piace puntare l’orizzonte e scrivere passi che mi permettano di sentirlo e vederlo ogni giorno più vicino. Ho tanti progetti, a cominciare dal nuovo romanzo che pian piano sta prendendo forma. Ma ci sono anche altre cose belle che spero di vivere presto. “Punto sempre al domani e lo rincorro, ma senza affanno.” A volte mi capita di voltarmi, specie quando accadono le difficoltà e arrendersi sembra l’unica cosa da fare. E allora guardo indietro, mi accorgo di quanta strada ho percorso per arrivare sin lì e mi nutro di nuovo coraggio.

“Punto sempre al domani e lo rincorro, ma senza affanno.” È con questa frase, impressa nella mente e nell’animo, che abbracciamo Valentina e la ringraziamo per la preziosa intervista che ci ha concesso. Perchè di tutto ciò non resta solo qualche frase scritta a macchina, ma un grandissimo insegnamento per tutti quei giovani pugliesi, innamorati della loro Terra, che ancora possono sperare di far tanto. Qui. A casa.

Ti possono interessare:

Vacanza in Puglia: cosa vedere e dove andare

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.